Il sentiero delle “buone Kalendae”: alla scoperta della coltivazione della vite, del sacro e del profano, delle storie di streghe

Descrizione Dati tecnici Info
Tipologia
Sentiero didattico
Descrizione
Circondati da estese coltivazioni di vite, Nogaredo e Brancolino, due piccoli paesi nelle vicinanze di Villa Lagarina e dell’uscita Rovereto Nord dell’Autostrada A22 del Brennero, rappresentano il connubio tra il sacro ed il profano e la cultura contadina. Nogaredo è famoso per i processi alle streghe, contadine del luogo, che furono decapitate e bruciate nei pressi del Dosso di Brancolino. Il termine strega nasce da un immaginario uccello notturno, simile ad un gufo, chiamato strix dai latini, che, secondo la tradizione, penetrava nelle case per cibarsi del sangue dei bambini. Questa è l’origine del successivo termine striges e dunque strega. Ignoranza, pregiudizi, vendette e crudeltà, questi furono le vere imputazioni di un processo terminato nel sangue e che scosse l’intera comunità di Nogaredo e Brancolino. Ma i paesi sono anche il simbolo della magia oltre la paura di cui l’itinerario ne è l’espressione. Kalendae, derivato dal latino kalare (annuncio) indicava, presso i romani, l'annuncio delle festività che il Pontefice Massimo, dava ad ogni primo del mese. Cominciavano allora le feste del Calendimaggio, con gli ambaravalia, lunghe processioni nei campi e riti propiziatori alle divinità agresti. In era cristiana tra la fine di aprile e i primi di maggio avvenivano le rogazioni, processioni religiose lungo strade di campagna, auspicio del mondo contadino per i raccolti della nuova stagione. Nel mondo contadino, la festa del calendimaggio è quindi l'annuncio della rinascita della natura dopo i rigori dell'inverno, l'auspicio di un buon raccolto e in un certo senso anche il segno della rinascita dell'uomo, la vittoria della luce sul buio, della magia buona sulle malefiche stregonerie. Verso il XVII secolo il Calendimaggio venne sostituito dal "maggio sacro" della Chiesa e più recentemente, dal 1889, dalla "Festa del lavoro".
Da qui parte il Il sentiero delle “buone Kalendae”: alla scoperta della coltivazione della vite, del sacro e del profano, delle storie di streghe
Dati tecnici
Parcheggio: libero, sterrato a lato della S.P. n. 90 e di fronte alla distilleria Marzadro. Lunghezza: 8,8 km. a./r. Tempi di percorrenza: 5 h. a./r. Caratteristiche: stradine interponderali asfaltate spesso attorniate da muretti a secco, pannelli didattici. Punti sosta: bar, fontane, giardini, panchine lungo il percorso.
Riferimenti
Comune di Nogaredo, Piazza Centrale 7, - tel. 0464 410257; A.P.T. di Rovereto e Vallagarina, Corso Rosmini 6, Rovereto – tel. 0464 430363
Note
La passeggiata, ha inizio in località “Spine” lungo la S.P. n. 90 in corrispondenza della distilleria Marzadro dove un pannello descrive l’itinerario. Percorrendo la stradina asfaltata chiusa tra due “storici” muretti a secco, si svolta a sinistra e si risale fino a Nogaredo attraversando i vigneti. Dopo un breve giro tra le vie del paese il sentiero risale per circa 500 metri. Da qui è possibile godere di un panorama spettacolare sulla Valle dell’Adige. E’ possibile scegliere di ridurre il percorso scendendo a Brancolino, sempre su fondo asfaltato, dal centro dell’abitato di Nogaredo costeggiando il Dos delle Strie. Da Brancolino, si rientra verso Nogaredo sulla strada comunale che attraversa la località “Pille”. Tutto l’itinerario è segnalato da apposite tabelle informative che descrivono la cultura contadina, gli aspetti profani e la storia religiosa.
Ultime news
Comune di Torbole, edificio ecosostenibile
04 ago 2020
La nuova struttura che ospiterà gli uffici del Municipio a Torbole - come hanno spiegato i...
  Leggi tutto
Cippato forestale, efficienza dei cantieri e sostenibilità ambientale
04 ago 2020
Il progetto LogistiCiPlus analizza l’efficienza dell’attività di cippatura ed evidenzia il ruolo...
  Leggi tutto
Addetti alle utilizzazioni forestali, qualificazione e aggiornamento
04 ago 2020
Dopo i mesi del lockdown, la Provincia autonoma di Trento riprende l’attività formativa in materia...
  Leggi tutto
Luci ed ombre del legno … proseguirà nel 2021.
22 lug 2020
Ogni anno il Tesino si trasformava a fine luglio in una galleria a cielo aperto, dove gli scultori...
  Leggi tutto
Corso di arrampicata sugli alberi (tree climbing).
22 lug 2020
L’Associazione Artigiani di Trento organizza per il mese di settembre dei corsi dedicati al tree...
  Leggi tutto
I report dell’Osservatorio del legno sul mercato del legname in provincia di Trento nel primo semestre 2020
22 lug 2020
I primi segnali di crisi nei mercati del legname in provincia di Trento erano già presenti prima...
  Leggi tutto
Strategia forestale nazionale
05 mag 2020
Sul sito del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali (Mipaaf) è stata pubblicata...
  Leggi tutto
Contributi del PSR per le misure forestali
22 apr 2020
Si ricorda che il 30 aprile 2020 è il termine per la presentazione delle domande relative alla...
  Leggi tutto
Taglio legna da ardere ancora vietato
22 apr 2020
Con il Dpcm 10 aprile 2020 le attività silvocolturali di tipo professionale (codice Ateco 02) sono...
  Leggi tutto
Il calendario dei giorni ideali per il taglio del legname - anno 2020
12 dic 2019
I risultati di anni di ricerche di Konrad Greif della Ripartizione Foreste dell’Alto Adige...
  Leggi tutto